Full text: Angeli, Stefano: Della gravita' dell' aria e fluidi

_PRIMO_ priſma AS, deue peſare quanto peſano tutte due aſſiemc. Nè il modo di ritrouare l’altezza delli arginetti BC, AI, ſarà
totalmente quello, che inſegna il Galileo.

_Ofred. Quod parum diſtat nibil diſtare videtur,_ e _parum pro nibilo repu-_
_tatur_. Onde anco quando vi ſia qualche varieta, queſta ſarà
tanto poca, che nulla più; poiche quanto può peſare vn po-
chino d’aria, quant’è il priſma AC?

00027-01

_Matem_. Pochiſſimo certo. Nulladimeno Signor Ofredi potria
eſſere, che in pratica s’eſperimentaſſe, che la natura non. ſprezzaſſe queſto poco peſo, e che Paria AC, in fatti graui-
taſſe, & il modo è queſto. Si prenda la laminetta SI, di mate-
ria, la quale non ſi poſſa inzuppare, come ſarebbe argento,
oro, & c. e ſia la maſſima, ſi che niente più groſſa, ſi profon-
daſſe, e ſi collochi nell’acqua. E manifeſto, che ſe l’aria
non aggiunge peſo, come dice il Galileo, anco quando s’al-
teraſſe, facendoſi più denſa, ò più rara, non per queſto la la-
minetta farebbe mutation alcuna quanto al diſcendere. Ma
ſe l’aria AC, in fatti grauita, ogni volta che con qualche ar-
tificio ſi farà più denſa, & in conſeguenza più graue, la lami-
netta SI, ſubito diſcenderà; perche all’hora A S, ſarà più
graue in ſpecie di altretant’acqua. Ma che, che ſucceda di
queſta eſperienza, io giudico che aſsolutamente non ſolo
l’acqua, ma anco l’aria grauiti nella medema acqua. E tanto
tenirò fermamente, ſino che ſenti qualche ragione in con-
trario, che mi conuinca.

_Ofred_. V. S. aſpetti, che hora mi ſouienne d’vn’altro luogo del

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer