Full text: Angeli, Stefano: Della gravita' dell' aria e fluidi

_DIALOGO_ _ſuntgrauiora quam aqua, nedum aere; tunc valdè probabiliter eſt_
_incrementum velocitatis fore ſecundum quadrata temporum_
& c.

_Ofr_. Se non vi è altra riſpoſta da ſatiar il mio appetito, al ſi-
curo che ſe io foſſi vna donna pregna, come ſcherza V. S. farei il parto ſegnato. Perche certo con maggior ecceſſo
di grauità eccede l’acqua l’aria pura, che li metalli, e pietre
l’acqua. E pure l’aria nell’eſſer eſtruſa non oſſerua ne lli ſpa
tii paſſati li quadrati delli tempi. Coſi eccede di maggior
ecceſſo l’acqua in grauità li altri corpi con li quali eſſo hà
eſperimentato, che tanti più graui dell’acqua non eccedo-
no eſſa; e pure quelli non aſcendono li ſpatii come li qua-
drati delli tempi, e queſti li deſcenderanno. L’ecceder il
corpo graue il mezzo per il quale deue diſcendere di poco
in grauità, non fà che ſi muti la proportione delli quadrati
delli tẽpi nelli ſpatii paſſati, ma ſolo che queſti ſpatii ſiino
minori paragonati cõ li paſſati da corpi più graui nelli me
demi tempi. Tutti però queſti ſpatii ſono frà ſe proportio
nali, mentre ſono proportionali alli quadrati delli tempi. Tanto douerebbe ſuccedere alli corpi leggieri, ſe queſti
aſcendeſſero per leggierezza poſitiua; che quanto più foſ-
ſero leggieri del mezzo aſcendeſſero più velocemente; ma
però che li ſpatii paſſati da tutti foſſero come li quadrati
delli tempi. In ſomma queſta riſpoſta del P. Riccioli ha
ſuegliato in me deſiderio maggiore di ſaperne qualche
cauſa più veriſſimile.

_Mat_. Per vedere, che il parto de V. S non naſca deturpato com [?]
qualche machia, me cimenterò io d’incontrarne vna forſe
maggiore. Già parmi conſtare da quanto da noi è ſtato al-
tre volte detto, che il legno v. g. ſaliſce per l’acqua per la
ſola eſtruſione che li fà l’acqua deſcendendo, e non per leg-
gerezza poſitiua, la quale non darſi douerebbe pure il P
Riccioli imparare da queſte ſue eſperienze; mentre queſt
ſuoi corpi non ſaliſcono con la proportione de quadrati
de tempi, come douerebbe ſuccedere. A dunque non puà
eſter eſtruſo per ſpatii, che habbino la proportione delli
quadrati delli tempi, ſe l’acqua non diſcende con queſta
velocità. Biſogna adunque indagare perche l’acqua fatta

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer