Full text: Angeli, Stefano: Della gravita' dell' aria e fluidi

DIALOGO _demoſtratur hoe geometricè à mathematicis; ſed omitto_.

_Mat_. Queſte parole mi paiono aſſai confuſe; ne so vedere di-
ſtintamente il loro ſignificato. In tutti li caſi, Archimede,
che è quello, che ha demoſtrato queſta materia _nel ſuo am-_
_mirabile libretto de inſi hum. prop_. 6. parla come l’habbiamo
immitato noi. Cioe, _ſolida leuiora humido vipreſſa in humidum_
_ſurſum feruntur tanta vi, quanta humidum habens molem æqualem_
_cum magnitudine eſt grauius ipſa_. Conforme adunque à que-
ſt a fraſe _repellet deprimentem_ conlecceſſo.

_Ofr_. Se ſono vere le ſue dottrine dichiarate di ſopra, parmi
che ne meno il Galileo parli eſquiſitamente _in quella ſuæ_
_prima prop. de galleg. e nella pag 7_. perche in realta l’acqua,
che s’alza, e che s’abbaſſa nell’immerger, o eſtrare il galleg
giante non è vguale alla parte ſommerſa ſotto, ò eſtratta
ſopra il primo liuello, ma di eſſa ſempre maggiore.

_Mat_. La propoſitione del Galileo può eſſer e vera, e falſa Ve-
ra ſe s’intende di quella, che s’alza ſopra, e che s’abbaſſa
ſotto il primo liuello; falſa ſe s intende di quella, che s’al-
za, & abbaſſa aſſolutamente; poiche queſta ſempre, ſem-
pre è maggiore della detta parte del galleggiante. Ma ill
Galileo, per ottener il ſuo intento, non ha biſogno dell’in-
vgualità nel primo ſenſo, ma nel ſecondo.

_Cont_. Io oſſeruo vn’altra cola; cioè che la dottrina di V. S. mi
par vera quando l’acqua AFLB, è vguale al galleggiante
BLOD, ma quando è minore, per eſſer più anguſto il vaſo,
allora non combatte con acqua vguale ad eſſo, ma con
minore.

_Mat_. Sempre però con l’acqua AFLB, alta quant’è eſſa. V. S. ha ragione. Deue però ſapere che la pietra lidia di parago
nare li momẽti delle coſe graui è l’vgualita. Il fondamento
di tutta la Mecanica ſuppoſto da Archimede nel principio
_del lib. 1. æ quipond. è. Grauia ęqualia, æquali diſtantia poſita, in-_
_ter ſe æqualiter ponderare_. Da queſto le ne cauano le ſue _prop_
7. & 8. ci [?] oe che le moli appefe da diſtanze reciproche alle
loro grauita habbiano momenti vguali. Da queſto pari-
mente ne ſegue quello, che comunemente aſſeriſcono tut-
ti li mecanici; cioè che tutti li inſtrumenti nominati me-
canici ſi riduchino alla Libra, ò ſtadera di braccia vguali.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer