Full text: Angeli, Stefano: Della gravita' dell' aria e fluidi

_Mat_. V. S. potrà comprobare il ſuo diſcorſo con queſta eſperi-
enza. Fori vna Botte coſi chiuſa nel mezzo d’vno delli ſuoi
circoli, & vſcitone quel poco di vino, che dice vſcirne alle
volte, la fori poi piu ingiù vicino al fondo. Poiche ſe ſarà
vero il ſuo diſcorſo, biſognerà che anco da queſto foro n’-
eſchi di nuouo qualche quantità. E la ragione è manifeſta. Perche fatto il foro nel mezzo, n’eſce ſino a tanto che l’a-
ria interiore habbia tanto debilitato il proprio elaterio,
che queſti con il vino ſopraſtante al bucco s’equilibri con
l’aria eſteriore. Hora il vino ſopraſtante al bucco inferiore,
come più alto, preme più che il ſopraſtante al bucco di
mezzo; e in conſeguenza con l’aria debilitata per la prima
vſcita preme più che non premeua il primo vino meno al-
to con queſta. Onde ſuperando il contrapeſo dell’aria eſte-
riore, deue vſcir il vino ſino che debilitandoſi l’elaterio
dell’aria, li momenti ſi pareggino. Ne vale il dire, che an-
che la contropreſſione dell’ aria eſteriore ſia maggiore nel
fondo, che nel mezzo, correndo quà la medema ragione
del Baroſcopio nel piano, e nell’alto; perche ſe bene queſto
è vero à tutto rigore, nulladimeno per la poca diſtanza trà
li due fori, queſta differenza di contrapreſſione deue eſſer
fiſicamente inſenſibile. Tale non è la differenza delle due
altezze del vino della Botte.

_Ofr_. Queſta eſperienza, quando ſucceda, mi fà chiuder la boc-
ca, e ſtimar di niun va lore vna riſpoſta, che m’apparecchia-
uo di dare al Signor Conte. Voleuo dire, che non vſciua il
vino _ne detur vacuum_. Perche fatto il primo foro, eſce il vino
ſino à tanto, che l’aria ſe ſia rarefatta quanto puole ad oc-
cupar quel ſpatio. Ma poi rarefatta al poſſibile, non può
più il vino diſcendere, perche allora ſi daria vacuo. Má per-
che vſcirà poi dal bucco inferiore? Anco allora ſi darebbe
il vacuo. Onde non douerebbe vſcire Se adunque eſce, e
ſegno che il vacuo non ha che fare.

_Cont_. In queſto mentre la mia fantaſia s’è andata ragirando
circa vn’altro accidente. Ho oſſeruato più volte, che riem-
pita, e chiuſa vna Botte, queſta non ſpandeua in conto al-
cuno. Poi improuiſamente gocciaua da qualche ſpiraglio. Si fermaua da ſua poſta, e di nuouo doppo qualche tempo

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer