Full text: Angeli, Stefano: Della gravita' dell' aria e fluidi

TERZO. _Iacobi Dobrzenſki de Nigroponte, Boemi Pragenſis par._ I. _pag. 27._ e trouerà vna belliſſima eſperiẽza di ciò. Dice adunque che
ſe ſi ponerà in vn lambico proportionato libbre 6. di mer-
curio in circa, e ſe diſtillerà, che ne vſciranno 3. ouero 4 on-
cie d’acqua puriſſima, & elementare.

_Cont._ Io non dico, che mediante la diſtillatione, non ſi poſſino
cauar ſpiriti dal mercurio, che raccolti, conſtituiſcono vn
fluido come acqua; mà che queſto poi ſia acqua elemen-
tare, io non ſono coſi pronto à crederlo: poiche più toſto
li reputarei vn eſtratto efficace di mercurio, che riteneſſe
le ſue virtù efficacemente, appunto come quando dal
vino ſe ne caua l’acquauita; e da altre materie altri
eſtratti.

_Ofr._ Quello, che ſi caua dal mercurio non eſſer altro che ac-
qua elementare, è prouaro dal medemo autore con queſt’-
eſperienza. Eſtratta l’acqua dal mercurio, s’eſponga que-
ſto all’aria per tempo conueniente, e poi ſi lambichi di
nuouo; ſe ne cauerà altretanta acqua. Si replichi que ſt’-
operatione ſei, otto, e quante volte ſi vuole, ſempre ſe ne
cauerà la medema acqua. Sicche peſata tutta queſt’acqua
raccolta, ſi trouerà peſare più che non peſaua l’argentoui-
uo. Ragioneuolmente adunque interroga l’autore. _Vide an_
_Hic ſpiritus mercurij eſſe poſsit?_ Poi ſoggiunge. _Ergò liberè di-_
_cere poſſum aquam illam nil aliud eſſe, quam atomos aqueas in aere_
_circumuolitantes, tempore bumido ab argentouiuo eidem expoſito_
_attractas, & frigiditate naturæ argentiuiui intrò conſeruatas, po-_
_ſteaque ope diſtillationis in aquam formalem conuerſas_.

_Mat._ Pare à me che più congruamente aſſegni la cauſa de ſi-
mili effetti il dottiſſimo Padre Emanuel Magnano _in Phi-_
_loſ. naturæ cap_. 16. _prop_. 2. oue dice, che ſe eſtratto il ſpirito
dal vitriolo, s’eſponga all’aria per alcuni giorni quella ma-
teria, che reſta, la quale dalli artefici è chiamata Colcotar,
e ſe torni à diſtillare con la retorta, che ſe ne cauerà nuo-
uo, e più efficace ſpirito. E il medemo ſuccederà ſe più
volte ſe replicherà l’operatione. Così ſe quella terra, dal-
la quale con vari lauamenti ſe ne hà cauato il nitro, ſi eſpo-
nerà in luogo conueniente per alquanto tempo, lauata di
nuouo, ſe ne cauerà altro nitro. La cauſa è, dice egli, per-

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer