Full text: Lib. III (3)

LIBRO III. 
42 
rispinge e diminuisce all'occhio la grossezza de' fu¬ 
sti. All'incontro nei picnostili, se la grossezza sa¬ 
rà un ottava parte, stante la spessezza e le an¬ 
gustie degl intercolunnj, risulterà l'aspetto goffo 
e sgraziato. Perciò si devono scegliere le simme¬ 
trie secondo la specie dell'opera: onde anco le 
colonne angolari (1) devono farsi una cinquante¬ 
me. Quest' apparenza non è che un errore ottico. Ved, not. 
Strat. Pol. e il testo. 
(1) Ecco un secondo precetto stabilito per causa delle il¬ 
lusioni ottiche, ed il quale si dovrebbe ritenere siccome falso 
per le ragioni sopra addotte, cioè che l'apparente diminu¬ 
zione prodotta dalla maggior ampiezza dello spazio, in cui è 
collocato l'oggetto, viene nel nostro caso ad essere trascura¬ 
bile, in confronto dell'accrescimento apparente che nasce dal¬ 
la maggior quantità di luce che investe l' oggetto medesimo. 
Il Meister nei Com. Accad. di Gotting. vol. VI. cerça di di¬ 
mostrare essere tutto l'opposto di quello che qui stabilisce 
Vitruvio; ma la sua dimostrazione, se ben si esamina, va a 
conchiudere, che il diametro della colonna apparisce in ra¬ 
gione inversa della sua distanza dalla colonna intermedia, rim¬ 
petto alla quale colloca l'osservatore, e quindi favorisce il 
precetto vitruviano; piuttosto si può ritenere con lo Stratico 
che il ragionamento del Meister si riduce a zero, primamen¬ 
te perché si appoggia sopra dati arbitrarj, e in secondo luo¬ 
go perché varrebbe per qualunque colonna anche interme¬ 
dia, quando l'osservatore si ponesse rimpetto ad una co¬ 
lonna angolare. Il Perrault dice che quell'aumento è dovu¬ 
to invece per legge statica, e non per motivo ottico. E difat¬ 
ti parrebbe questa ragione plausibile, perchè le colonne an¬ 
golari, oltre alla pressione verticale, devono resistere da sé sole 
anche a quella spinta orizzontale, che le colonne intermedie 
dividono fra loro. Si osservi però che la resistenza d'una 
colonna, sia costrutta di marmi o con mattoni, è molto mag¬ 
giore del peso che deve sostenere, e che perciò una qual¬ 
che variazione in questo non obbliga a variare la grossezza 
di quella. Ma oltre che questa regola non viene richiesta dal¬ 
la teoria, il Canina ritiene che risulti in pratica di cattivo 
effetto, per la ragione che in qualche punto anche le co¬ 
lonne interne e le intermedie possono comparire circondate 
dall'aria, e per gl'inconvenienti che s'incontrerebbero nella
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer