Volltext: Angeloni, Francesco: L' HISTORIA AVGVSTA DA GIVLIO CESARE A COSTANTINO IL MAGNO. Illustrata con la verità dell'Antiche Medaglie DA FRANCESCO ANGELONI

129.

non potè però portare il nome di Augusta, che si legge intorno la testa contenuta nella già detta medaglia: pare, che a questo possa rispondersi, che con l'esempio di Caligola, che fece decretare all'Auola sua Antonia gli honori, e titoli conceduti in vari tempi a Liuia; e con l'altro di Claudio, che l'Auola di lui Liuia volle, che fosse riuerita, & adorata in paragone di coloro già fatti Diui, ordinando, che la Madre Antonia, già morta molto prima, si cognominasse Augusta, e con la rinouatione seguita, benche molto dapoi, d'ordine di Settimio Seuero, delle Statue per memoria di Martia prima moglie di lui, e presa nello stato priuato; potesse anche Tito per sè solo, ò per compiacerne la figliuola Giulia, operare verso Fuluia Madre di lei, l'istesso, eseguito in casi simili, da altri: e ch'egli istesso fece, col restituire. in medaglia la memoria di Flauia Domitilla morta prima del giungere di lui all'Imperio. E lo poterono trascurare gli Scrittori, come incontrò di altre insinite cose di rilieuo, e delle quali s'hanno veridichi rincontri nelle medaglie. Oltre che nel Tesoro del Golzio, dopo hauere egli descritto tutti i nomi, cognomi, titoli, e dignità de gl'Imperadori, & Imperadrici, ripone per vltimo il nome di Fuluia Augusta con simiglianti lettere: ΦΟΥΑΒΙΑ ΣΕΒΑΣΤΗ; cioè, Fuluia Augusta; lasciando egli a gli studiosi la congettura di chì fosse moglie cotal Fuluia: nè ve n'essendo altra, a cui si potesse attribuire il titolo di Augusta, pare, che debba conchiudersi essere l'istessa, che fù moglie di Tito. Ma quale sia il fatto, la detta medaglia di buona conseruatione, e che può riporsi frà le rarissime, stà nello studio del Signore Alessandro Rondanini Gentil'huomo, che co'beni di Fortuna, hà congiunti quelli dell'animo; peròche all'essere erudito, e di più scienze posseditore, segue in esso vna lodeuole dilettatione di Pittura, di Scoltura, di Medaglie, e d'altre cose antiche, da lui con molta spesa raccolte, e per entro il suo Palagio diligentemente custodite. Ma ciò che aumenta la lode, e la marauiglia; parmi, che sia il vedere, che la Signora Felice Zacchia Moglie di esso Signore Alessandro nobiliffima de'Natali, e dell'animo, non hauendo lasciato di dare opera a gli studi delle belle lettere, e di giungere in ciò a segno più che ordinario, non pure camina con pari passo nel diletto, e nella cognitione delle cose antiche col Signor suo Consorte; ma vale ancora a lui di stimolo, per farne ricercare sempre, e perche egli ne comperi, etiandio a rigorosi prezzi: parendo all'altrettanto nobile, quanto generoso spirito di lei, non meno bene impiegate le ricchezze in così fatte materie, che pascono i virtuosi intelletti, di quello, che sarebbono, se fossero conuertite in altri vsi. Essendosi però tal Signore compiacciuto, che di questa, e d'altre quattro delle sue rare medaglie, che si vedranno a'luoghi loro, io possa arricchire la presente Opera, hò voluto con tal piccola ricordanza della virtù, e della cortesia di esso, dimostrarmene grato. 

Waiting...

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzerin, sehr geehrter Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.

powered by Goobi viewer