Full text: Angeloni, Francesco: L' HISTORIA AVGVSTA DA GIVLIO CESARE A COSTANTINO IL MAGNO. Illustrata con la verità dell'Antiche Medaglie DA FRANCESCO ANGELONI

71.

in esso la speranza d'esser riposto in libertà. Si fece amare fuor di misura dalle Legioni a lui commesse, intantoche morto Augusto, si solleuarono, anteponendolo nel Principato a Tiberio: ma egli fin col tentare di vccidersi, le mitigò, nè volle riceuer l'Imperio. Vinse, e debellò li Germani, e ricuperò gli stendardi perduti da Varo. Ma inuidiato perciò da Tiberio, che lo vedeua guidar la sua vita felicemente, e con gloria de'suoi fatti,e che ne gli affari maneggiati da lui, nè le cose prospere, nè l'auuerse gli toglieuano punto l'vso della prudenza, richiamòllo col pretesto del Trionfo; il quale hauendo egli con sommo applauso condotto, gli aperse la via di esser col fauor del Popolo eletto da Tiberio per Collega nel Consolato. Vedesi la memoria di tal Trionfo in medaglia con Germanico, che in atto di caminare alza la destra, quasi comandi alcuna cosa, e stringe con la sinistra vn breue bastone, o scettro, con l'Aquila sopra, che era la più principale, e frequente insegna ne gli eserciti
   23. Romani, & appresso detta figura vi si legge: SIGNIS RECEPT. DEVICTIS GERMANIS S.C. e dall'opposto lato vi hà vna quadriga sopraui l'istesso Germanico trionfante, con lettere,
   24. che esprimono: GERMANICVS CAESAR ; contenendosi in ciò la ricordanza delle Insegne suddette ricuperate dalli Germani.
   Ma non guari dimorò, che pensando Tiberio di allontanarlosi, lo mandò in Asia; doue hauendo parimente inuiato, con carico, Gneo Pisone, persona altiera, e male affetta à Germanico, & essendo costume della Fortuna, non pure il sottoporre all'Inuidia coloro, che con la virtù, ò altri lodeuoli mezi, a maggiore altezza di stato si auanzano; ma di mescolarui etiandio delle notabili infelicità; si crede però, che per orditura di Pisone, e di Plancina di lui moglie, che con Agrippina emulaua, e col tacito consenso di Tiberio, e di Liuia, fosse al buon Germanico somministrato in Soria il veleno: nè ciò seguì senza dolore vniuersale de'buoni, che vollero non essergli per altro incontrata tal morte, che per lo pensiero, ch'egli hebbe, di restituire la libertà al Popolo Romano. La onde, chì pensò di accrescergli carico, accelerando per tal via, il suo fine, concitò al nome di lui maggiore la vniuersale beneuolenza, & accrebbe a'generosi suoi fatti vna immensa gloria, essendo seguita a coloro, che l'vccisero, con la pena, la debita infamia. L'effigie di cotal Principe si vede senza
   25. corona entro la medaglia con lettere: GERMANICVS CAESAR TI. AVG. F. DIVI AVG. N. e nel rouescio
   26. si legge: S.C. C. CAESAR AVG. GERMANICVS PON. M. TR. POT. raccogliendosi, che Caio Caligola fece stampare simil medaglia; ma Claudio ne restituì anch'esso la memoria, vedendosi alla testa, & alle lettere, come di sopra, il rouescio con tale inscrittione: S. C. TI. CLAVDIVS CAESAR AVG. GERM. P. M. TR. P. IMP. P. P.

72.
NERONE, E DRVSO CESARI.


   H Ebbe Germanico per moglie Agrippina nata di Giulia figliuola di Augusto, e maritata in Marco Agrippa, huomo per propria virtù diuentato nobilissimo. Generò di Germanico noue figliuoli: ma soprauissero solamente Agrippina, Drusilla, e Liuilla; e de'maschi Nerone, Druso, e Caio Cesare Caligola. Le femine, e Caio soprauissero alla Madre. Nerone, e Druso furono, come ribelli, fatti morire da Tiberio: ma si vede tuttauia la memoria di essi in medaglia; nella quale quei due Cesari si esercitauano caualcando,
   27. e forse nel giuoco detto di Troia, che per memoria della vittoria Attiaca, soleua farsi fra'garzonetti nobili ogni cinque anni; e vi si legge: NERO, ET DRVSVS CAESARES : seguitando
   28. nel rouescio: C. CAESAR AVG. GERMANICVS PON. M. TR. POT. S. C. dal che si raccoglie, che tal medaglia fù restituita da Caio Caligola fatto Imperadore, per serbare a'posteri la memoria di detti suoi fratelli. 

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer