Volltext: Angeloni, Francesco: L' HISTORIA AVGVSTA DA GIVLIO CESARE A COSTANTINO IL MAGNO. Illustrata con la verità dell'Antiche Medaglie DA FRANCESCO ANGELONI

43.

strinse: come incontrò, quasi ad vn tempo, di Cleopatra. Vdita Cesare cotal morte, la pianse, come di parente, e di collega, e di suo compagno in molte imprese.

44.
MARCO ANTONIO.


   NAcque Marcantonio di nobilissimo sangue: ma le pratiche della sua giouinezza mala fama gli recarono. Come Capitano di Caualli, si fece grande honore da prima in Siria. Aiutò a riporre Tolomeo nel Regno d'Egitto. Fù Tribuno della plebe, e poi Augure, e tenne con la parte di Giulio Cesare; il quale si seruì di lui in molte guerre. Hebbe congiunto al valore, di'molti vitij: ma fù nondimeno creato Consolo con Giulio Cesare; dopo la cui morte scacciò di Roma gli vcciditori di lui; & in compagnia di Ottauio, il quale si chiamò Cesare, combattendoli, gli estinse. Si accese in Grecia di Cleopatra, che in fine lo rouinò. Chiamata costei in giudicio da Marcantonio in Cilicia per imputatione datale di hauer, nelle guerre, prestato notabile aiuto a Cassio, ella, che era nella età quando più le Donne di bellezza fioriscono, fornita di sontuosi presenti, senza far molta stima del giudicio, oue si douea presentare, con incredibile pompa nauigò pe'l fiume Cidno: hauendo il nauilio, che la condusse, la poppa risplendente d'oro, le vele di porpora, li remi d'argento, che al suono di flauti, di pifferi, e di cetere, si moueuano; & ella standosi ornata alla guisa di Venere, sotto vn ricco padiglione, da più fanciulli, quasi da altrettanti Amorini, le era fatta corona; & alcune vaghe fanciulle, che rappresentauano le Nereidi, e le Gratie, al maneggiar de'caui, e delle funi, & al gouerno della Naue, si vedeuano disposte: & altre adorne di mirabili vestimenta, soauissimi odori ministrando, anche le riue del fiume riempiuano: in tanto che tratti i conuicini Popoli a così fatto spettacolo, coloro ancora, che dimorauano appresso di Antonio, vi accorsero; & egli quasi restato solo, lasciò poco appresso vincersi dall'inuito di Cleopatra d'esser con esso lei, nella sua naue, a cena: e quindi per la marauiglia delle cose, e per la bellezza di lei, inuaghitosene, le si diede poscia facilmente in balia. E perche pare, che anche in ciò l'adulatione potesse haner luogo, e specialmente in coloro, che seguitarono la parte di Antonio; quindi è, che per opera di Pinario Scarpo si vide stampata la medaglia di metallo, entro di cui si volle, per auuentura, che peruenisse a'posteri vn segnale del sudetto Nauilio; scorgendosi dall'vn de'lati le due teste di Marcantonio,
   10. e di Cleopatra, in profilo, e discoperte, con lettere: M. ANTON. IMP. COS- DES. ITER. ET TER. III. VIR. R.I.C. cioè Marcus Antonius, Imperator, Consul designatus iterum, & tertiò,
   11. triumvir Reipublicae Constituendae
: nell'altro vna Naue co'remi, che a gonfia vela fà vista di proseguire suo viaggio, e vi si legge: L. PINAR. SCARPVS. IMP. A.F.
   Ma anche in altre medaglie d'argento si veggono l'effigie di Marcantonio, e di Cleopatra;
   12. nel dintorno dell'vna delle quali, che è delle più notabili, e dou è la testa di Marcantonio iscoperta, si legge: ANTONI ARMENIA DEVICTA; e nell'altro, in cui stà la Reina sono così
   13. fatte lettere: REGINAE REGVM FILIORVM REGVM CLEOPATRAE; la qual medaglia fù senza fallo battuta allhora, che fatto prigione da Antonio il Rè di Armenia Artasse, e condotto nel trionfo in Alessandria, vi apprestò il conuito a gli Alessandrini, e posti appresso di sè a sedere Cleopatra co'figliuoli, e dette loro alcune cose, comandò, ch'ella fosse nominata Reina de'Re, e che il simile si eseguisse di Tolomeo detto Cesarione, donando loro molte Prouincie, e Regni, e quello specialmente della soggiogata Armenia; La qual cosa fra gli eserciti, & a Roma notabile biasimo gli acquistò.
   In altra medaglia d'argento si raccoglie la testa di Marcantonio con lettere: M. ANT. IMP. AVG. III. VIR. R.P.C. M. BARBA. Q. P. cioè: Marcus Antonius Imperator Augur, Triumvir. Reipublicae Constituendae. Marcus Barbatus Quaestor Prouincialis : nell'opposto lato stà Augusto senza corona, con tale inscrittione: CAESAR IMP. PONT. III. VIR. R.P.C. idest, Caesar Imperator, Pontifex, Triumvir. Reipulicae Constituendae.
   TROVANDOSI Cesare in Alessandria, volle vedere iui il corpo di Alessandro Magno, iì quale riuerì, & ornò di corona d'oro. Gli fù detto, se voleua vedere Tolomeo: rispose essersi dilettato nel contemplare vn Re, nè curarsi il vedere morti. Antillo figliuolo di Antonio, e Cesarione per detto di Cleopatra partorito di Caio Giulio, furono vccisi. Ridotto PEgitto in forma di Prouincia, lo fece distretto di Roma; e per memoria della vittoria conseguita,
B 2


Waiting...

Nutzerhinweis

Sehr geehrte Benutzerin, sehr geehrter Benutzer,

aufgrund der aktuellen Entwicklungen in der Webtechnologie, die im Goobi viewer verwendet wird, unterstützt die Software den von Ihnen verwendeten Browser nicht mehr.

Bitte benutzen Sie einen der folgenden Browser, um diese Seite korrekt darstellen zu können.

Vielen Dank für Ihr Verständnis.

powered by Goobi viewer