Full text: Simeoni, Gabriele: DIALOGO PIO ET SPECVLATIVO,

47.

onde nasce cotale gratia? la quale io giudico si grande, che io stimo gl'huomini cosi fatti hauere parte con Dio.
   VRAN.. Tu non pensi male, credẽ do quello, che de i Poeti (anchora che io non dica d'essere tale) lasciò scritto Platone, dicendo che co me i Principi ministri, cosi sono i Poeti interpreti de gli Dei, cio che anchora confermò Ouidio quan do scrisse, Est Deus in nobis, sunt & commertia coeli. La quale cosain cosi fatti diuini huomini & in altri nasce, che Dio (come scriue Proclo) uniuer sale Creatore ama tanto le sue creature, che preuenendo i loro pensieri, senza anichilare il subietto delle loro Idee per non torre all'huomo l'arbitrio, che gli ha dato, imprime tra i loro raagisterij le forme de gli accidenti, che debbono buoni o cattiui riuscire, accioche à questi poßino di buõ'hora prouedere, & aspettando il successo di quegli altri, nelle auersità non si disperino, & pero disse bene il beato Agostino, che Dio ama piu l'huomo, che l'huomo se stesso, & io ho dipoi cõsiderato che sauiamẽte faceuano (se bene hogginon è questo approuato da molti, che non hanno lo spirito eleuato, 

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer