Full text: Simeoni, Gabriele: DIALOGO PIO ET SPECVLATIVO,

137.

no, & io mi parto, aspettando & temẽdo del successo, il quale à capo di tre giorni fu, che ammazato il capo della casa (ecco il campo rosso del cristallo per il sangue sparso, maßime che nel coperchio d'esso interueniua per vna delle Imprese vn'animale ferito) ogni felicità tornata in dolore & piãto (ecco la significatione del velo nero) & ogni cosa riuolta sotto sopra, (ecco la caduta del cristallo) l'infelice Donna rimase, se non del tutto nulla, à meno in mediocre stato, verificãdo il cadere del Cristallo, che non toccò la terra ne manco si roppe.
Sono oltre di que sto bene spesso simili à i presagij gl'atti straordinarij & le parole che si prof feriscono à caso, di che fra molti, che sarebbono troppi à raccontarli, voglio che ti bastino due essempli, l'vno alquanto vecchio, l'altro tutto nuouo, & amendue da me osseruati & veduti veri riuscire.
L'Anno M.D. X LII. trouandomi in Roma, con vn mio amico, & riguardando la diuersità delle persone, che quiui piu che in altra Città si vede, passa à cauallo vn nostro Capitano, col quale siferma à ragionare vn suo amico. Dopo 

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer