Full text: Simeoni, Gabriele: DIALOGO PIO ET SPECVLATIVO,

134.

manchi loro, o aspirando à qualche grado, trouano diuerse occasioni, & tante colorate calumnie, che abbatterebbeno la Torre di Babel, se ella sosse in piede, nõ che il fauore giustamẽte fatto da vn Signore à qualche virtuoso, circa che molto tra gl'ãtichi è da lodare la desiderata memoria d'A lessandro Magno, solito dire che la Natura gli haueua dati due orecchi, l'vno per l'accusatore, & l'altro per l'accusato, risoluendomi, che nõ nas ca se non da debolezza di ceruello il prestare leggierrnente fede à vna prima informatione, & da maggiore ignoranza il perseuerare nella gia fatta impreßione, potendosigl'huomini, quando pure haueßino errato, facilmente rimutare, & i virtuosi difficilemente diventare cattiui, per il che è necessario che sia molto discreto vn gran Signore nel giudicare le persone, che glisono intorno & tu hora, Dipistio ne puoi ragionare, che credẽdo male per l'altrui parole di chi doueui per le sue opere pensare bene, & che ti poteua nelle faccende di maggiore importanza senza paßione o interesse publico & priuato consigliare, sei caduto in quel danno & errore, doue spesso incorrono molti tuoi 

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer