Full text: Vico, Enea: LE IMAGINI DELLE DONNE AVGVSTE INTAGLIATE IN ISTAMPA DI RAME; CON LE VITE ET ISPOSITIONI DI ENEA VICO, SOPRA I RIVERSI DELLE LORO MEDAGLIE ANTICHE. LIBRO PRIMO.

31.

    GODETE Adunque benigni Lettori congrato animo il dono, ch'io gratamente ui do, & se in qualche parte trouerete, che per opinione haueßi errato, considerate, che non è scrittore alcuno, che di qual si uoglia cosa habbia trattato, che non patisca oppositione di qualche suo errore.

32.
DE NOMI DELLE DONNE ANTICHE.


   L E DONNE Antiche Romane, per la maggior parte, non haueuano proprio nome: ma haueuano il prenome, che le seruiua in uece di nome: & questo era nome della casata loro; si come nella gente Martia, le femine furono appellate Martie: in quella de gli Aurelij, Aurelie; de Giulij, Giulie; & de' Cossutij, Cossutie; & conseguentemente nelle altre famiglie. A questa opinione s'accosta Poßidonio : nientedimeno Tanaquil moglie di Tarquinio , come racconta Plinio , fu detta Caia Cecilia , & cosi Acca Laurentia, & Caia Terentia sono ne gli antichi annali con i sue prenomi, si come Gellio scriue, & nelle iscrittioni antiche de' marmi si troua. Plutarco contro all'opinione di Poßidonio nelle sue Questioni dice, le femine Romane hauere hauute due nomi, et i maschi tre. In questo nostro libro si leggono con due nomi, come Lollia Paolina, Emilia Lepida, Liuia Medullina, & altre, che uedrete.

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer