Full text: Angeloni, Francesco: LA HISTORIA AVGVSTA DA Giulio Cesare infino à Costantino il Magno

447.

   Ma in altra simil medaglia con testa, e lettere notate, stà la medesima Salustia in piedi,
   7. porgendo la destra al marito, che le stà di rincontro, e vi si legge. CONCORDIA AVGVSTORVM. S. C. volendosi dimostrare con ciò la grande vnione diamendue, così nel volere, come nell'amore.

448.
Q. Herennio Etrusco Mesio Decio.


    Q. Herennio fù figliuolo di Traiano Decio, da esso dichiarato Augusto, e condotto a combatrer gli Sciti, vi restò vcciso in compagnia del Padre, dopo due anni d'Imperio.
   8. L'effigie di lui siraccoglie in medaglia senza Corona, e con lettere: Q. HER. HETR.
   9. MES. DECIVS NOB. C. cioè Quintus Herennius Hetruscus Mesius Decius Nobilis Caesar, & egli vi stà in piedi ornato del Paludamento, che tenendo con la destra lo scettro inchinato, stringe nel mezo, con la sinistra mano, vn dardo, o lancia, con encomio: PRINCIPI IVVENTVTIS. S. C.
   Truouasi nel rouescio di altra medaglia con testa, e lettere istesse, Mercurio con la Crumena nella destra, e'l Caduceo nella sinistra mano, & inscrittione: PIETAS AVGG. Intorno al qual rouescio si è discorso a bastanza in Aurelio Cesare.

449.
Caio Valente Hostiliano Mesio Quinto.


    H Ostiliano si tiene, che fosse figliuolo di Traiano Decio, quantunque Pomponio Leto, Eutropio, & altri, non facciano mentione se non di vn solo figliuolo, e che quello chiamato Decio, imperasse per due anni con ess o lui. La qual cosa più potrebbe intendersiper Q. Herennio Etrusco Mesio Decio, che per Hostiliano: ma nelle passate due medaglie si raccoglie, che Herennio fù solamente Cesare, là doue si attribuiscenella seguente ad Hostiliano il titolo di Augusto, & Euse bio Cesariense afferma, che due furono i figliuoli di Decio, che morirono eon esso. Leg gesi però intorno la testa di Hostiliano
   10. senza Corona: C. VALENS HOSTIL. MES. QVINTVS AVG. nel cui rouescio stà vna Donn
   11. sedente, che posando il sinistro braccio sù l'appoggi atoio della sedia, stende con la destra mano vn ramo, che fà vista d'essere di alloro, o d'Oli uo, con lettere: PRINCIPI IVVENTVTIS. S. C. Soleuano gl'Imperadori dare cotaltito lo alli figliuoli, nepoti, & altri del sangue loro, e poco a ppresso li dichiarauano Cesari.
Caio

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer