Full text: Lanzi, Luigi Antonio: La Real Galleria di Firenze accresciuta, e riordinata per comando di S.A.R. l'Arciduca Granduca di Toscana

158 
che per la tenue fortuna non potean 
come i ricchi, sacrificare. Per altro 
il trovarsi di lavoro simile anche ca- 
valli, vittime non usate comunemen- 
te, par circostanza svantaggiosa a 
tale supposizione. Le teste di Deità, 
e le statuette loro che qui sono 
pajono formatè per Lararj similmen¬ 
te di poveri; o anche per voti ne 
tempi; e forse, parlando delle più 
eleganti, per modelli agli artefici, 
che dovean rifarle di marmo, o di 
bronzo. Vi ha pure bassirilievi di 
assai buon gusto; quali per osserva¬ 
zione degli eruditi sogliono essere i 
bassirilievi in argilla, che si con¬ 
servano ne musei. Alcuni di essi so¬ 
no traforati in cima per tenergli, 
come congetturò il Passeri, sospesi 
nelle botteghe, e servirsene pur di 
modelli a lavori sim li. Degni di es¬ 
ser veduti sono alcuni encarpi; il 
Faunetto, che vendemmia; la Don- 
n 
na con quattro anella in una mano; 
e una lepidissima caricatura di vec- 
chia, che insieme con la preceden- 
te fu già nel Museo Bucelli; sicco¬ 
me una tavola bislunga con alcune 
figure etrusche in rilievo bassissimo, 
che
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer