Full text: Manni, Domenico Maria: Delle antiche terme di Firenze

NuraT aaus 
21 
LIBRO SECONDO. 
Donde si traessero le acque necessarie per le 
principali sontuose Terme Fiorentine. 
CAP. I. 
I Gio: Villani è ſtato scritto avvedutamente, che 
Et si Historicus ille celeberrimus antiqua prosequens 
erret non raro; nunquam tamen commenti alicujus, 
aut mendacii in ventor ipse est, sed ex aliis Historicis 
semper accipit, quamvis interdum decipiatur. Foggin. de Itin. 
D. Pet. Exercit. 14. Condonando noi pertanto a tale rino- 
mato Scrittore gli sbagli, ch'ei prende rispetto all' uso 
delle acque termali, come gli condonammo altra fiata ciò, 
ch' ei disse risguardante l'uſo del Parlagio; le sue precise 
parole porremo qui in campo, che per altro ci danno assai 
lume. Macrino (dic' egli) fece fare il Condotto delle acque 
in doccie in arcora, facendola venire da lungi alla Città per 
sette miglia, acciocchè la Città avesse abbondanza di buona 
acqua da bere, e per lavare la Cittade : e questo Condotto si 
mosse infino dal fiume detto la Marina, appiè di Monte Morel- 
lo, ricogliendo in se tutte quelle fontane sopra Sesto, e Quin- 
to, e Colonnata, ec. Dietro ad esso Leonardo d'Arezzo ac- 
cenna : Si veggono i Condotti, che anticamente ricevevano 
l'acqua, discosto sette miglia ec. E lo Scala: Sunt aqua ma¬ 
gnis continuatisque fornicibus de septimo lapide, & Amarina flu¬ 
mine ductæ in Urbem. A' quali soggiugne il Borghini. Piglia- 
vansi queste acque, come ben dice il Villani, e vi se ne vede an- 
cora chiarissimi segni, là da Settimello, e sotto le piagge di 
Monte Morello, a Sesto, a Quinto, a Colonnata, e raccoglien- 
do molte acque, che vi sono in gran copia vivissime, e chia¬ 
rissime, si conducevano dentro la Città sino in Terma. Gior¬ 
gio Vaſari poi nella Vita di Niccolò detto il Tribolo, 
ragionando della Villa di Castello, dice avere essa due 
Vivai grandissimi pieni d' acqua viva, cbe viene da un Ac- 
que¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer