Full text: Manni, Domenico Maria: Della vecchiezza sovraggrande del Ponte Vecchio di Firenze e de' cangiamenti di esso

DEL PONTE VECCHIO. 
Quanto di certo a noi rimane è, che sopra questo 
Ponte era la strada, che alla Porta S. Maria, o si dica 
Porta Regina, guidava; strada, che ancor si appellò in 
Ser Mazzingo di Pone all' anno 1323. Via apud Eccle- 
siam S. Sepulchri de ultra Arnum &c. ante lanuam Domo¬ 
rum dicte Ecclesie ; cui vie ab uno latere dicte Eccle- 
sie, & ab alio latere domus de Mannellis, a tertio 
PONS VETVS. E ben circa il secolo decimo questo Spe¬ 
dale di S. Sepolcro, addimandato, giusta il P. Richa, Ho- 
spitale de PONTE, venne edificato per ricevervi pellegrini, 
per lo pensiero, che piamente si prese Florenzio appellato 
Fusco Cher. (che il d. Padre per errore dice Folco, e che 
io immagino esser quello stesso Fuscolo Cherico, che una 
mansione teneva nel 1038. prope PONTEM, come nel Puc- 
cinelli sopraddetto) il qual poscia nel 1068. donò lo Spe¬ 
dale medesimo alla Chiesa di S. Miniato al Monte. 
Quanto poi per salde congetture abbiamo, quello è, 
che il lodato Sig. Dottor Giovanni Targioni Tozzetti 
giudiciosamente dice, cioè: Vi fosse Firenze, o no, un 
sito più comodo per fare un Ponte sull' Arno, non vi po- 
teva essere in quei tempi altrove, che in questo luogo 
dove il fiume dalle radici del monte di S. Giorgio è co¬ 
stretto a tenere il fermo senza poter variar canale, e a 
camminar molto ristretto, e le stesse falde del poggio for¬ 
tificano i fondamenti del Ponte. Da esso Ponte adunque e¬ 
ra una Via militare, che conduceva a Fiesole, che dipoi 
attraversava la vecchia Firenze da Por S. Maria. 
Ciò, che degli avvenimenti di cotal Ponte alla bel¬ 
la prima ci si pone in considerazione è, che aumentan- 
tandosi la spaziosità della Città noſtra, e poſcia in sei 
parti dividendosi, il Sesto d'Oltrarno ebbe per sua di¬ 
visa il Ponte vecchio, della cui struttura un' idea si ser¬ 
ba nelle prische dipinture di tal' insegna. 
Le maggiori poi, e le meno ignote vicende furono, 
che l’anno 1177. nel di 28. d’Ottobre per lo soverchio 
dell' acque la seconda pila di esso dalla parte d’ Oltrar- 
no andò in ruina. 
Ap-
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer