Full text: Rastrelli, Modesto: Illustrazione istorica del Palazzo della Signoria detto inoggi il Palazzo Vecchio

136 
Limina Nunc lisdem Subeas, Atq. Aurea Tecta. 
Adventu Ecce Tuo Gratantur, Et Omnia Rident. 
Quia Redimita Oleae Crines Pax Alma Corona: 
Et Secura Quies, Et Caetera Lumina Laeto; 
Te Vultu Accipiunt Veniente, Et Fronte Serena; 
Omnes, Et Votis Optant, Et Voce Precantur. 
Sis Foelix: Adsisq; Tuo Cum Coniuge Virgo. 
Aeternum Imperium Vigeat: Nomenq. Decusq. 
E passate quelle è la Secca de' Paduli di Pisa, e 
il bonificamento di quello Stato, e dell'aria di 
quel fertilissimo e comodissimo Paese, con questo 
breve 
Coelum Salubre Siden 
E nel mezzo di cotale ovato, senza altre figure 
Siccatis Maritimis Paludibus. 
E passando alla quarta facciata, sono nell' ultimo 
ovato significate per la renunzia del Governo fat- 
ta da Sua Eccellenza al Principe; due mani, che 
pare che sciolghino un nodo, e si fatto motto 
Explicando Implicatur 
Dopo questo è la fortificazione dello Stato senza 
figure, con queste parole dentro all' ovato 
Munita Thuscia 
Et sotto 
Sine Justitia Imminuita 
Nel seguente poi è la creazione della Religione 
de' suoi Cavalieri di Santo Stefano cosi espressa. 
Vedesi Sua Eccellenza porgere ad alcuni Cava- 
lieri, che sono ginocchioni dinanzi ad un Alta- 
re, con una mano la Croce, Insegna di cotale 
Ordine, e con l'altra una spada, et essi mostra- 
no
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer