Full text: Rastrelli, Modesto: Illustrazione istorica del Palazzo della Signoria detto inoggi il Palazzo Vecchio

104 
ben volentieri si sottomesse; anzi disse alla Si- 
gnoria, che dovunque fosse avrebbe sempre da- 
to se, e le sue sostanze per benefizio della Pa- 
tria: Cosimo si trattenne in Palagio sino a not- 
te avanzata, ed avendo quindi cenato in casa 
del Gonfaloniere, fu poi da molti armati fatto 
accompagnare sicuramente fino a' confini dello 
Stato. 
Morte di Baldaccio d' Anghiari. 
Tutti gl' Istorici Fiorentini riportando la 
morte di questo Capitano, la riguardano come 
un fatto crudele, e di particolar vendetta. O- 
dasi dunque il racconto, colle compendiate pa- 
role di D. Silvano Razzi. 
„ La Città di Firenze quando non aveva in 
che travagliarsi ne da guerreggiar di fuori, o 
in altro modo da potere sfogare una certa sua 
vivacità di spirito, in qualche modo travagliava 
dentro: Avvenne, dunque, un fatto degno di 
memoria Essendo infra i più reputati Cittadini 
del Governo Neri di Gino Capponi, molto ama- 
to nella Città, e per la memoria delle cose far- 
te da Gino suo padre, e per quelle fatte da 
lui, avendo vinto Niccolò Piccinino, e stato più 
volte Capo, e Commissario degli Eserciti, era 
altresi temuto, inclusive da Cosimo de Medici, 
già tornato dall' esilio: il timore ed il sospetto 
si accrebbe ancora nel vedere, che fra i mag- 
giori amici di Neri vi era Baldaccio d’Anghia¬ 
ri, uomo in guerra eccellentissimo, non avendo 
in que tempi alcuno in Italia, che in virtù, e 
forza di corpo, e d'animo lo superasse: deli- 
be¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer