Full text: Lottini, Giovanni Angiolo: Scelta d'alcuni miracoli e grazie della Santissima Nunziata di Firenze descritti dal P. F. Gio. Angiolo Lottini dell'ord. de' Servi alla ser.ma Cristina di Lorena gran duchessa di Toscana

della Santiss. Nunziata. 
237 
A Margherita Gentildonna Bolognese lungo tempa 
sieca, vien per miracolo della NVNZIA- 
TA reso il vedere. Cap. XLIII. 
E tale fosse l'oscurità delle Menti al 
Corpo dannosa, qual è quella de gli 
occhi; io tengo fermamente, che 
sollecitudine maggiore si vsereb¬ 
be da noi Mortali a ciascuna tene¬ 
bra da quelle discacciare, e con diligenzia rischia¬ 
rarle, e lucidissime tenerle. Ma tuttauia non man¬ 
cano di quegli huomini, i quali le caliggini della 
Mente, non meno che la cecità de gli occhi stu¬ 
diano tener lontane. Vna tale dirò io essere sta- 
ta Margherita gentildonna bolognese, la quale 
tutta accesa auendo la voglia al ben operare, so¬ 
stenne con pazienzia, di non fruir la luce, lunga 
afflizione; fin a che valicati già dieci anni nell'vl 
timo giorno di cotal sua lunga miseria, facendo 
con ispirito intentissimo a Maria Vergine orazio¬ 
ne; si rammentò della Nunziata, alla qual andar 
per voto personalmente si pose in cuore. Nè pri¬ 
ma fornite da lei fur le preghiere, e stabilito il pro 
posito, che sopraffatti li suoi sensi; virtù le si spar¬ 
se ne gli occhi, onde allargate le palpebre, da no- 
uella vista a vn tratto, e da chiarezza di lume scos 
sa; al vedere abile fu ritornata l'anno 1560. Spar¬ 
sasi dunque la nouella per Bologna di cotal diui¬ 
no fauore, & essa Margherita diuenutane lieta; 
quanto prima con alcuna compagnia entrata in 
cam¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer