Full text: Volume V (5)

DELLA TOSCANA. 
423 
nire a capo sennon dopo molti anni, e colla spesa 
di molte migliaia di scudi. Eppure gli antichi gli 
hanno fatti, ed esistono tuttora nel monte di Mon¬ 
tieri, per disinganno de’posteri. Che dirò degli altri 
innumerabili, e profondi pozzi, che qua e la s incon- 
trano negli accennati luoghi, per scavare i quali è 
ſtata necessaria una speſa tanto enorme, che è im¬ 
possibile ridursi a calcolo, e che in oggi non si po¬ 
trebbe fare col denaro di qualsivoglia più ricca Na¬ 
zione ? Troppo grande ingiuria si farebbe a quei no¬ 
stri progenitori, se ce li figurassimo cosi stolidi, che 
volessero dissipare tanti tesori, per sviscerare i monti 
del loro paese, quando non ne avessero ritratto tan- 
to valore di metalli, che ne ricompensasse per lo 
meno la spesa della scavazione delle mine. Ma que¬ 
ste tante profondissime mine, non possono essere sta¬ 
te scavate, sennon col valsente di moltissime migliaia 
di libbre di Metalli monetati. Dunque sembra ovvia 
la conseguenza, che da questi monti ne sia stata trat- 
ta quella immensa quantità di metalli, che perlo¬ 
meno ricompensasse la spesa deli' escavazioni. Nè 
mi si opponga, che in quelli antichi tempi la specie 
del denaro potesse forse essere più cara, e per ciò 
meno somma di contante si richiedesse in quei la¬ 
vori, di quel che abbisognerebbe adesso; perchè egli 
è indubitato, che il valore della Moneta ha sempre 
bilanciato quello delle mercanzie, e se ben si riflet- 
te, tanto costava allora, quanto adesso, una tal cosa, 
contuttochè pagata con maggiore o minore somma 
e peso di metallo coniato. Si aggiunga che in quelli 
antichi tempi, ne' quali è probabile che fossero fatti 
questi scavi, le monete erano di maggior peso assai, 
che non sono di presente; il che parrebbe indica- 
re che la specie del denaro, ed in conseguenza del 
metallo, fosse stata più a buon mercato : e ce ne da 
an¬ 
Dd 4
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer