Full text: Volume V (5)

MANNA 
10 
biancastro. In questa corteccia si fa la ferita, più o 
meno superficiale, senza però arrivare al legno; e 
da' canali che restano tagliati in questa ferita, trasu¬ 
da un certo liquido trasparente alquanto glutinoso e 
sdolcignato, la parte piu acquosa e sottile del quale, 
per l'attività del Sole caldissimo in quei luoghi, esa¬ 
la, e lascia la più densa e crassa, accagliata in forma 
di cerume, o di gomma bianca assodata in fondo del¬ 
la piaga, a foggia de’ colaticci della cera ne’ Torcet- 
ti, e questa è la Manna. Costumano i Maremmani 
d'infilzare in questi colaticci di Manna de' fuscelletti, 
e de' culmi di Gramigna, su i quali seguita a colare 
la Manna non finita di condensarsi, e ben presto 
gli riveste e gl'imprigiona, pigliando cosi forma di 
cilindro, e allora si chiama Manna in cannelli, che 
è la più accreditata, e quando in termine farma- 
ceutico si dice netta da fusti, s'intende che sieno 
levati questi fuscelletti. L'altra Manna che cola giù 
per il liscio fusto dell' Avornello, e per la forza del 
Sole si condensa in granelletti o sgonfj, si chiama 
Manna in lagrima. Abbenchè queste due qualità di 
Manna sieno della medesima natura, e non differi¬ 
scano in bontà, tuttavia vien sempre preferita quel- 
la in cannelli, perchè meglio si conserva, ed è più 
puilita. Una ferita seguita a gettar Manna regolarmen¬ 
te per dodici giorni, ma alcune seguitano per più, 
altre per meno, e ciò forse secondo la varia età 
dell’ ilbero, e secondo la maggiore o minore pro- 
fondit. della ferita, poichè, a mio credere, importa 
molto il tagliare quei canali appunto; per i quali scor¬ 
re quel tal liquido; ma per assicurarsi di ciò, e per 
ſtabilire tin metodo più sicuro, e più fruttuoso di 
queste tali incisioni, farebbe di mestieri trovarsi sul 
luogo nella stagione della ricolta. La ferita quando 
ha gettato pr er alquanti giorni la Manna, si rincar- 
na
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer