Full text: Volume V (5)

DELL ELSA. 
107 
cini, ed altri ordinghi toccati dall'acqua, altrimenti 
elle ingrossando e pesando troppo, impedirebbero 
il moto di essi ordinghi. Non dissimile è l'incrostatu- 
ra che fanno le acque, le quali calano addirittura 
nel fiume Elsa, come si vede sotto al Ponte di Spu- 
gna, dove hanno fatto un lastrico di Tartaro, sopra 
del quale corrono, e le Agliaie dell' Elsa sono per- 
lopiù cogoli di Tartaro; anzichè ne’ contorni tralla 
deposizione delle Colline si trovano molti cogoli, e 
ſtrati grandi di Tartaro, o vogliamo dire Traverti- 
no, del quale se ne servono a Colle e a Staggia 
anche per fabbricare le case, ed è simile di natura 
e forse anche d'età, a quello de' Bagni a acqua de- 
scritto a c. 169. del T. I. 
Bagno di S. Marziale. 
Icino a Colle sono i Bagni rammentati sopra a 
c. 90. detti di S. Marziale, de' quali nella mia 
Libreria conservo la seguente descrizione, fatta da 
Autore Anonimo nel principio del passato Secolo- 
L' acqua che già due anni si usa con non piccoli 
giovamenti a Colle, non è nuova come altri forse si 
crede, ma anticamente usata, come ne fanno fede le 
reliquie di grossa, et antica muraglia che nel luogo 
si ritruova, et una memoria lasciata intagliata in 
una pietra bianca, che è fra il Palazzo di Giustizia 
er l'abitazione de' Signori Giusti qui in Colle si ve- 
de, del presente tenore 
loannes Nerei Corsini Florentinus lapidem hune 
scindi fecit ex Unciæ aqua vulsum: durities in ea nec 
est, sed saluberrima insugens, clara, mista cum Sale ni¬ 
trido, decursu terram secum admiscens, lapidem creat. 
Balnea exterius optima, ac potu utentibus humidita¬ 
tes
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer