Full text: Volume II (2)

COMUNE DI LIEBIANO. 
3 
vava la Terra nera con gran copia di Vetriolo. Altra 
Acqua forte molto acida dissero trovarsi in luogo det¬ 
to Pian di Sodi, andando da Libbiano a Monna per 
scendere in Trossa: mezzo miglio sopra alla quale, 
dissero vedersi le rovine degli antichi Edifizj dove si 
lavorava il Piombo, ma crederei piuttosto Vetriolo. 
Soggiunsero che vicino vi è una Putizza, o Mofeta 
assai pericolosa, la quale tengono circondata con sie¬ 
pi, affinchè non vi entri bestiami, che vi morreb- 
bero, come spesse volte è accaduto. 
Altra fabbrica di Vetriolo intesi essere stata in luo¬ 
go detto la Tassinaia, per la strada di Monte Cerbo- 
li, ed essere ſtata mandata avanti a conto de' Signo- 
ri Malavolti di Siena. 
Vicino a una Putizza, o Mofeta nel podere detto 
il Rivivo (non so ſe diversa dalla sopra descritta) so 
no moltissimi grandi Alberi di Tasso: i paeſani lo chia¬ 
mano Livo, e dicono che fresco non fa male alcu- 
no, ma ſoppaſsito fa morire gli Asini che ne man¬ 
giano. 
Viaggio da Libbiano alle Pomarante 
)Al Rivivo ſceſi in Trossa per una strada scoscesa 
suli' Alberese, piena di Ghiaiottoli rotolati giù 
dal Monte -Salii dipoi verso le Pomarante per il Pog 
gio detto la Fonte a' Bagni, nè so perchè, non aven 
do io inteso che vi si trovino Bagni presentemen¬ 
te, da quali possa aver presa la denominazione, e quan- 
te acque vi trovai erano tutte insipide . Verisimilmen- 
te in antico vi era qualche acqua minerale , ora per- 
duta, poichè tutta questa pendice è composta di fi- 
loni d'Alabastro, come quella di S. Quirico descrit- 
ta a c. 344. con di più moltissimo Zolfo. 
De¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer