Full text: Volume II (2)

TERRITORIO 
270 
le ho dovuto fare questo viaggio, non mi ha permes- 
so di visitare sennonchè forse la metà del Territorio 
Volterrano, ed i temporali contrarj non mi hanno la- 
sciato soddisfare secondo il mio desiderio. Non tan¬ 
to adunque per la scarsezza de’ miei talenti, quanto 
ancora per le accennate cause, mi si rende impossi- 
bile il presentare a’ Lettori una completa Istoria Na- 
turale di esso Territorio, ma solo ho rammassato me¬ 
morie e notizie per servire ad essa. Per dare poi un' 
idea meno incompleta, e meno confusa di questa Pro¬ 
vincia, ho creduto ben fatto il notare alcune parti- 
colarità de' luoghi, per i quali io non ho potuto sten- 
dere il mio viaggio, ma che ho veduti per strada 
o che conosco per relazione di Persone pratiche, e 
degne di fede. 
Eccone un gran tratto, che ho veduto da varj si- 
ti, e principalmente dalla Fortezza di Volterra: egli 
è quella parte del Territorio Volterrano, che resta a 
Tramontana, e Levante della Città, ed acquapen- 
de nell' Era. 
Descrizione de Monti e delle Colline di 
Volterra di la dall' Era 
Nordest adunque di Volterra di la dall' Era, vedesi 
una parte della Valdera, formata perlopiù di ter- 
reno di Mattaione, il quale si stende fino ad un livel- 
lo uniforme, come altrove ho notato. Al di sopra 
di questo estremo lembo di Collina s’ inalza libera 
e scoperta una vasta giogana, la quale si principia a 
scoprire vicino a Castelfalsi, e camminando da Po- 
nente a Levante, si unisce co' Monti del Senese, e 
divide la Valdelsa dalla Valdera. 
La più vicina adunque a Castelfalsi dicesi Monti 
di Camporena, da un Castello edificato da Samminia¬ 
tesi
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer