Full text: Del Migliore, Ferdinando L.: Firenze, città nobilissima

S. Apostolo. 
476 
lodare la qualità di quel Principe barbaro, distratte, e cosi lontane 
dal vero, che mostrando esser quasi preualute ad ogni atto positiuo 
l'adulazione, sarebbe forse stato bene auerle a ddotte, se il sospetto 
di portar troppo fuor di strada, la materia che corre, non ci auesse 
distolto, con intenzione però di distenderle apprò di qualchè altro 
opportuno discorso. La Tauola della Vergine Maria dipinta sulla 
asse in campo d'oro, è di F. Filippo del Carmine. 
S'agita colla medesima forza, l' equiuoco accennato di sopra, e si 
rigetta colla medesima ragione degli Anni, che non s'accordano con 
gl'atti, pretesi da chi soggiunse, Turpino Arciuescouo Remense, 
auerla consacrata nell' 805. il di della Pentecoste, se non fossero per 
auventura, ſtati, che non credo, due Turpini Arciuescoui, vno 
dopo l'altro, o come dit si suole, i due si mili in Commedia, tro 
uandosi in quell Anno nelle Calende di Giugno, consacrar la Chiesa 
S. Iacopo in Campo Stella, presente lo'mperadore Carlo Magno, 
osserua anche per errore notabilissimo, il Borghini; se questo però 
non fosse seguito nel 787. venuto in Firenze col medesimo Imperado¬ 
re, restando in arbitrio il crederlo, non costretto, ne segregato da 
Scrittura, che supisca la dificultà del testo, cosi difettoso, e lontano 
dal vero. 
Che ella fosse Collegiata di Canonici, con vn Priore, chiamato 
nell' antico Cardinale, osseruammo, insieme con Monsignor Borghi¬ 
ni, sulle Scritture del Capitol Fiorentino, dalle quali si riconosce an¬ 
che sotto questo onoratissimo titolo, oggi asceso alla eminenza del 
grado, la Chiesa di S. Cecilia in Piazza, fin ne' tempi del Vescouo Si- 
chelmo. Qui lo sostennero Vomini di gran lettere, tanto Canoni¬ 
che, che Ciuili, costando appresso di noi, copia d' vn Breue di Be- 
nedetto XII. dato in Auignone nel 1338. estratto dall' Archiuio de 
Monaci Celestini, alias di S. Pier del Murrone, ed oggi di S. Michele 
Bisdomini, pe ' quale si commette allo Abate della Badia di Firenze, 
& al Priore di S; Apostolo, e a quello di S. Maria sopt' a Porta, Dot- 
tori di Legge Canonica, la causa, che verteua fra'l Capitolo di S. Lo- 
renzo, e'l Conuento di essi Monaci Celestini. Ma più nell' antico, 
Vgolotto, che su per auuentura della Casa Altoniti, commemorato 
dal Pitassio nella facciata, come Benefattore della Chiesa: su presen- 
te nel 1291. con altri grand' Vomini, al Decreto del Vescouo Fran- 
cesco, fatto in essecuzione d' vna lettera di F. Matteo Cardinal Por- 
tuense, Legato di Niccola IV. pur copia appresso di noi, legalizzata 
da Marchisello Giudice, per la quale si sottomettono a pena di scomu¬ 
nica, coloro; che auessero portato l'abito bigio de' Frati della Pe¬ 
nitenza, non essendo di quella Regola. 
Spenta la Collegiata, libera, & esente dalla iurisdizion del Popo-
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer