Full text: Del Migliore, Ferdinando L.: Firenze, città nobilissima

Studio Fiorentino. 
385 
"senza satica o disagio, costretti d' andar cercando, fra le straniere e 
"non conosciute genti, che per so spendio son taluolta ritenuti , e cos 
„molti nobilisimi intelletti atti a far gran frutto e onore alla voltra- 
"Repubblica miseramente si per detebbero, se non trouassero nella 
" propia Citta, la dottrina che cercano. 
Vn altro effetto cagiorò questo lodeuolisimo zelo de Fiorertiai. 
e fu che Papa Martino V. volontariamente e sebisse loro la rendita di 
molti fiorini d'oro annui, da estrarsi da tutti gli Ecclesiastici del Do¬ 
minio Fiorentino, per Bolla del 1429. il che anno fatto e fanno finc 
a' giorni noſtri , i Pontefici succestori, come Padri che intesero, pe¬ 
ammaestramento d'ogni Principe Cristiano, douersi benignamente 
la mano a qualunque Popolo che desideri alzarsi è acuire lo'ngegne 
suo per si fatto mezzo: queste son le parole di Papa Martino Præcla- 
ra, & fidei merita, quibus dilecti filij, & Popuius Florent. apud nos, & 
Romanam Ecclesiam clarè noscuntur, & Apostolicae considerationis intuitu 
dirigentes & inter arcana nostra protectionis reuoluentes, quod per licte. 
rarum studia viri efficiuntur docti instruantur rudes prouecti ad altiora per¬ 
ueniunt, ac iustitia colitur, publica, quam priuata inducti non indignè, vt in 
hus quod ad laudem in ipsa Cinitate hactenus viguit; feliciter dirigi, 
conse: uari valeat votis eorum fauorabiliter annuemus. 
Poteuono gli Ecclesiaſtici beneficiati di cura o d'altra carica che 
richiedesse residenza, studiare in quest Vniuersità, per priuilegio di 
Bonifazio IX. dato in Perugia del 1403. copia nelle Riformag. facul- 
ta, che fu poi permessa generalmente dal Concilio Trid. toccata dal 
Mendes, con dir che, se l'vtilita tendente all'vniner sale confiste nelle 
scienze, a' beneficiati si deuono più che ad ogni altro ſtato di perso¬ 
ne, per poter giouare a gl'interensi de lla Chiesa, e alla salute dell'A¬ 
nime. A Lettori, assegnaua lo Statuto ricognizioni larghissime, 
talmente chè (corsiderato il valore della moneta di que tempi) non 
ſi sa, o almeno che alla noſtra cognizione sia peruenuto, essersi data 
mai prouuisione cosi grossa. Nessuno che fosse staco Fiorentino, c 
del diſtretto, non vi poteua esser deputato Rettore, si fermò per 
Legge del 1361. 66. e 85. aspettandosi a gl' Vficiali dello Studio a 
quali se n'apparteneua l'elezione in ricercar questo requisito, e simil¬ 
mente a medesimi 1 coſtituite i Dottori alla Ruota, chiamati in que 
tempi Doctores externi siue forenses, oggi detti Auditori di Ruota e 
quattro Maestri di Grammatica per la gente bassa, vno per Quartie¬ 
re, Vna coſa ci venne notata, che additando la rigidezza del viue- 
re di que tempi, in questo luogo, oue la virtu si professaua per dirit¬ 
to, da non essersi mai forse sentita vsare in altre Vniuersita; ede 
che chi degli Scolari auesse sbaulgliato piu del solito, alla presenza 
degl Vfiziali e Dottori, cacella nel loro arbitrio, stimandosi vn 
certo
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer