Full text: Brocchi, Giuseppe Maria: Descrizione della provincia del Mugello con la carta geografica del medesimo, aggiuntavi un'antica cronica della nobil famiglia da Lutiano creduta di consorteria delli Ubaldini già signori dell'istesso Mugello

sono tutti morti senza reda legittima, e l''ultimo 
fu messer Orso novello, il quale mori, ora sono due 
anni passati. Il quale messer Orso novello vendè a 
messer Arrigo mio fratello certe possessioni delle sue 
patrimoniali antiche, che nel vero erano state della 
redità del Testatore, et erano la maggior parte usate 
di 
C. 
da Lutiano ebbe per moglie una figliuola di messer Mat¬ 
teo, figliuolo del detto Messer Napoleone degli Orsini. 
Abbiamo nell' Istorie, conforme si legge nella Vita del 
glorioso Patriarca S. Domenico, qualmente essendo egli 
in Roma circa gli anni del Signore Mcexx. risuscitasse 
un Giovane caduto da cavallo, e restato morto, il quale 
dicono, che avesse nome Napoleone, ed era nipote di 
sorella, al riferire del Ribadeneira, del Cardinale Ste- 
fano da Foſsanuova, onde mentre questa fosse stata ma- 
ritata in Caſa Orsini, come alcuni asseriscono, non sa¬ 
rebbe inverisimile, che questo nostro messer Napoleone, 
di cui parla la Cronica, fosse quell' istesso, che fu re¬ 
tuscitato da S. Domenico in Roma, il quale poi per gra- 
titudine a Dio di tanto benefizio instituisse erede, come 
asserisce qui ser Lorenzo, la Chiesa Romana. Ed in fatti 
dal MCCXX. al MCCCLXX. in circa, in cui fu scritta la 
supplica, di cui parla detto ser Lorenzo, non correndo 
altro tempo, che cento cinquanta anni, vi entra appun- 
to l’ età di quattro generazioni , che tante ne corrono 
da messer Napoleone a' nipoti di ser Lorenzo, cioè 
quella del detto Napoleone, che campò moltissimo, de- 
nominandosi ancora nella sopraddetta Cronica messer Orso 
vecchio, di Matteo suo figliuolo, della figliuola di que¬ 
sto, che fu maritata a messer Arrigo da Lutiano, e de 
loro figliuoli, che furono Giovanni, Piero, Matteo, 
messer Ottaviano, poi Piovano di S. Felicita a Larciano 
in Val di Faltona, ed Antonio, pe’ quali fu porta la 
supplica circa il MCCCLXX. al tempo di messer Guglielmo 
di Lordato Vescovo di Lucca, il quale visse nel Vesco- 
vado soli quattr' anni, cioè dal MCCCLXVIII. al MCCCLXXII
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer