Full text: Volume (2,2)

77 
LIBRERIA MEDICEO - LAURENZIANA 
L Secolo XIV. noi dobbiamo la tanto 
utile avidità di cercare in qualunque 
angolo, ed insieme raccoglier le Opere de- 
gli antichi Scrittori che si erano salvate 
dalla devastatrice ignoranza de’ Barbari. 
L'Italia specialmente si distinse in queste 
ricerche, e tra gl'Italiani il nostro Petrar- 
ca ed il Bocaccio. Il primo confessa in una 
delle sue Lettere, che l'acquisto dei vec- 
chi Codici fu una delle sue principali pas- 
sioni, e prega che ne sia fatta ricerca 
singolarmente in Toscana, negli archivi 
de Religiosi. Infatti le prime Librerie fu- 
rono le Monastiche, e quelle per servizio 
delle Cattedrali. Gli Ordini poi de’ PP. Pre¬ 
dicatori e de’ Minori di S Francesco, che 
sorsero nel XIII. secolo, si accesero di parti 
zelo pei Codici, copiandoli e raccoglien¬ 
doli. Ne abbiamo due insigni esempi 
nelle Librerie de' Conventi di S. Croce 
e di S. Maria Novella. Più tardi passò lo 
stesso gusto ancor nei privati, tra' quali in 
Firenze il più cospicuo ed il più grande fu 
quel di Cosimo Padre della Patria, primo e 
vero Autore di questa pubblica Libreria, 
conosciuta sotto il nome di Mediceo-Lau- 
renziana da tutti i Letterati d’Eruopa. 
E' no¬ 
Kamil. 
lib. III. 
Ep. 18. 
MEKUS 
Vita Ambr. 
pag. 339.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer