Full text: Pacifico, Pietro A.: Cronaca veneta sacra e profana osia compendio di tutte le cose più illustri ed antiche della città di Venezia

394 
Sestier 
stata concessa. a' PP. Osservanti di S. Fr. 
cesco detti di San Spirito da questo Luog 
venuti di Candia l'anno 1672., la quale 
stata prima posseduta da' Canonici Regol. 
sino all'anno 1656., ma venendo quel la 1 
ligione suppressa per ordine del Senato 
rono trasportate l’Argenterie, molte Pittui 
ed altro per uso ed ornamento della nuc 
Chiesa della Madonna della Salute, sico 
quelle che presentemente vi sono, portaro. 
con essi seco que” Religiosi di Candia 
tengono tutte più del greco che d'altro. 
Gio: Maria Padovano vi scolpi due fig 
di marmo che sono sopra l'Altar Maggio 
e quella di Mosè ch’è posta sopra la Pil 
e Niccolò dell'Arca Schiavone vi lavorò 
Presepio in terra cotta di mezzo rilievo 
Jorito. Vi si venera un braccio di s. Sim 
Appostolo, e la Chiesa è dell'architett 
del Sansovino. 
Sant' Elena detta Santa Lena. 5 
Il fondatore di questa Chiesa, e Monis 
ro fu Alessandro Borromeo Nobile Fiores 
no dell'anno 1420., il quale abitava già 
Venezia, ed ebbe divozione di costruir q 
sto luogo ad onore di s. Elena Madre 
Costantino Imperatore, il cui corpo essen 
stato portato di Costantinopoli a Vene 
del 1112. fu riposto prima nella Chiesa 
Servi, indi in quella de' Carmini del 120 
e finalmente in quest'Isola, I primi Uten 
Sacri fatti dal Borromeo furono un nobili 
mo paramento d'oro, un Messale scritte 
ponna, una Croce del valore di 400. L 
cati, e un maraviglioso Calice. 
A queste spese però, come anche a que 
dell
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer