Full text: Pacifico, Pietro A.: Cronaca veneta sacra e profana osia compendio di tutte le cose più illustri ed antiche della città di Venezia

di Castello. 
pra ad un moribondo, mostra segni, o 
Vita, o di morte, il Corpo di s. Teodo- 
Conf. e di s. Pietro m. la Chierica di s. 
ommaso, ed il Corpo di san Steff. Papa 
altre, come si vede nel Testamento, che 
il sopradetto Doge, obbligandole di pre- 
ur Iddio per l’Imper. suddetto Benefatto- 
.Venuto poi a Ven. Papa Benedetto III. 
pnò all'Abbadessa Agnesina Morosini, i 
orpi di s. Pancrazio, e di s. Sabina. In 
arlatorio v'è il Corpo di San Lazaro m. 
uesto Monistero possedeva del Terreno qua- 
giugneva sino alla Piazza di san Marco, 
perchè Sebastiano Ziani Doge volle am- 
iare la sontuosa Piazza, fu loro contra- 
imbiato in tante possessioni sul Trevisano, 
perciò s’ obbligò co' successori di visitare 
etta Ch. ogn'anno il di di Pasqua. Posse- 
eva pur anche il fondo dov’ è fabbricato san 
taffaello. Di pitture, v'è la palla della B. 
con s. Pietro, s. Cattarina, e altri santi 
pinti da Gio: Bellino; Paulo Veronese di- 
nse la palla in Sacristia della B. V. la pal- 
ch' è dietro al Coro di san Gio: Battista, 
opera di Giacomo Tintoretto, quella del 
fofeta è del Palma, con quella della B. 
in Gloria con sotto s. Benedetto, ed al- 
santi. Nel vano sopra le cornici all'in¬ 
rno della Chiesa sopra gran tele vi si veg- 
no dipinte molte storie di quel Nobilissi- 
o monastero: i primi due alla sinistra sono 
pere del Celesti, gli altri alla destra del 
anchi, dove si vede la storia della Regi- 
Cornara. Il Palma dipinse anche all'in- 
rno del Tabernacolo , e le porte dell'or- 
no dentro, e fuori: Giuseppe Salviati di- 
pinse
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer