Full text: Descrizione della Reale Galleria di Firenze, secondo lo stato attuale

ata Filosofo; ma non è nostro assunto 
di 
rammentare se non una illustrazione 
da esso fatta di un manoscritto in cera, 
che nella Real Galleria si conserva, e 
che appartenne a qualcuno della Casa di 
Filippo il Bello. Egli si occupò ancora 
ad immaginare un sistema per riordina¬ 
re la copiosa raccolta di Medaglie, che 
custodiva, ma niente pubblicò su tal 
soggetto. 
Poco avanti era comparso un piccolo 
Libro in 8., e che noi rammentiamo 
semplicemente per istoria, col titolo 
Ragguaglio delle Antichità, e rarità 
„ che si conservano nella Galleria Me¬ 
„diceo Imperiale; di Giuseppe Bian¬ 
„chi „. Questi era Custode subordi¬ 
nato all' Antiquario predetto; ma essen- 
do egli costretto ad abbandonare l'impie 
go nel 1768., avvenne che il Sovrano 
pensasse a variare il sistema sino allora 
tenuto nella Real Galleria, onde accre 
scer la sicurezza per la conservazione di 
tal Tesoro. Fu creato allora un Diret¬ 
tore nella Persona del Canonico Quer- 
ci, il quale troppo poco godendo di si 
onorifico posto, non ebbe luogo di 
dar permanente saggio delle sue cogni-
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer