Full text: Descrizione della Reale Galleria di Firenze, secondo lo stato attuale

rarità che aveva raccolte; e godeva pu- 
re di farle vedere a chi era in stato di 
apprezzarle e rilevarne il merito. Mor¬ 
to nel 1675. su trasportato il tutto nel¬ 
la Galleria, ed in quell'epoca essa ebbe 
ferse il più considerabile aumento. IVen¬ 
ne stabilita una Camera nel Corridojo 
all' Oriente pe' Ritratti de' Pittori, nella 
quale Cosimo III. figlio di Ferdinando 
a cui successe nel 1670., con rara ri¬ 
conoscenza ebbe il pensiere di eternare 
con una Statua, come oggi si vede, la 
memoria del Cardinale. Egli aggiunse 
molti altri simili Ritratti di proprio acqui¬ 
sto ed accrebbe la Collezione delle Me¬ 
daglie, stante la compra fattane di più 
migliaja dal Cardinale Massimi. 
Le belle Statue già mentovate cioè la 
Venere de'Medici, i Lottatori e l'Ar- 
rotino, furono quà trasportate da Roma 
per ordine di Cosimo III., come lo su 
il celebre busto d'Antinoo ritrovato in 
nel 1671. Varie altre Statue dal Palaz- 
zo de' Pitti, come dall'annesso Giardi- 
no di Boboli, ove eravene in quantità 
grande, furono passate alla Galleria. 
Il benemerito Canonico Bassetti, tanto 
affezionato quanto stimato dal G. Duca
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer