Full text: Quartiere di S. Giovanni (6)

277 
rentino . E primieramente l'illustre titolo comune a 
tutti i Veſcovi, ed Arcivescovi di Firenze, di Princi- 
pi del Sacro Romano Imperio, che meritò il primo 
per ſe, e suoi Successori Piero Corsini dall' Imperato- 
re Carlo IV. con suo Diploma Imperiale, che comin- 
cia : Tunc Romanorum exaltatur Imperium &c. Datum 
Pragae anno Domini 1364. Indictione 1I. IV. Nonas Maii, 
Regnorum nostrorum anno XVIII. Imperii vero IX. Testes 
huius rei sunt Illustres Voldimar Rex Daciae, Rodulphus 
Dux Saxoniae Princeps Elector, & S. R. I. Archimares- 
calcus, loannes Marchio Moraviae &c. Signum Serenis- 
simi Principis, & D. D. Caroli quarti Romanorum Impe¬ 
ratori: Invictissimi, & Gloriosissimi Bobemiae Regis. Il 
ſecondo onore fatto alla Chieſa Fiorentina fu l’essere 
ſtata innalzata all' Arciveſcovado, poichè Martino V. ve- 
nuto dal Concilio di Coſtanza a Firenze, dove ebbe 
moltissimi contraſsegni della ſtima verso sua Persona dal¬ 
la Repubblica Fiorentina, volle gratissimo corrisponder- 
vi con generosità da Principe, e però adi due di Mag- 
gio, come sopra si è detto, nel 1420. eresse in Arci- 
vescovado il Vescovado di Firenze. E Papa Leon X. 
concedè all' Arcivescovo il privilegio di vestire porpora 
in alcune solennità dell' anno. E tra le molte altre o- 
noranze, che hanno illustrato il Vescovado di Firenze, 
non è da omettersi la solennità uſata nel possesso de 
nuovi Veſcovi già da noi descritta nel 1. tomo alle Le- 
zioni di S. Pier Maggiore. 
LE.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer