Full text: Quartiere di S. M.a Novella (4)

139 
LEZIONE 
XIV. 
DELLA CHIESA DI SAN RUFFILLO. 
I. 
ER quanto le scoperte, che si fanno 
collo studiare ne' più cospicui, e so¬ 
vrani Tempj di Firenze, sieno sempre 
miglior cosa, che quelle delle umili, 
e povere Chiese: non è per questo, 
che quel barlume, che si ravvisa tal- 
volta nelle seconde, non abbia il suo 
pregio. E che la bisogna cosi vada, servir ne può di 
esempio la Chiesa di San Ruffillo delle 36. Parrocchie 
la più povera, e quasi spopolata, della quale noi qui 
daremo una raccolta di notizie utili, onde trarne van¬ 
taggio non solo per la mia, ma eziandio per l’ uni- 
versale Ecclesiastica Istoria; imperciocchè dal nome di 
questa Chiesa, e da’ pochi avanzi di sua antichità, io 
non dubito punto di arrivare a segno tale di poter 
iscoprire, ed assembrare documenti di gradimento agli 
Eruditi, e di lustro a Firenze 
II. La prima adunque scoperta sia circa la varie¬ 
tà de’ nomi , co' quali trovasi questa Chiesa appellata 
nelle vetuste carte, leggendosi in esse sovente S. Ruf- 
fillo alla piazza dell' Olio, e più nell' antico S. Ruffil¬ 
lo del Vescowo; anzi in un contratto esistente nell' Ar¬ 
chivio de' Canonici Fiorentini, fatto nel 1198. leggesi 
come appresso: Actum in Ecclesia S. Ruffilli super pla¬ 
team Commissariorum Domini Episcopi: e da Monsignor 
Borghini ne suoi Discorsi, sempre è addimandata Chie¬ 
sa di S. Ruffello; e se egli l’ annovera tra le anti¬ 
che Parrocchie del primo cerchio, noi possiamo cor¬ 
roborare quest' asserzione con una cartapecora presso 
il Capitolo Fiorentino, la quale è un’ offerta fatta al- 
la Canonica nel 1077. da Messer Aldobrandino di Te¬ 
S 2 
uzzo
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer