Full text: Dalla Porta S. Niccolò fino alla Pieve di S. Piero a Ripoli (5)

ripreso alquanto di vigore (1) nel riedificar- 
si la bellissima Chiesa di S. Miniato in sul 
Monte al tempo di Mess. Alibrando Cittadino, 
e Vescovo di Firenze; perciocchè oltre agli 
ornamenti, che di marmo vi si veggono 
dentro, e fuori si vede nella facciata di- 
nanzi, che gli Architetti Toscani si sforza- 
rono di imitare nelle porte, nelle finestre, 
nelle colonne, negli archi, e nelle cornici 
quanto potettono di più, l'ordine ben an- 
tico, avendolo in parte riconosciuto nell' 
antichissimo Tempio di San Giovanni nella 
Città loro: „ Difatti è si bella nel suo ge- 
nere la di lei facciata, che il Lami ne fece 
fare l’ortografia, che vedesi nel T. 2. pag. 
336. delle sue Lezioni Toscane, e la ripetè 
nel T. 1. pag. 26. Mon. Eccl. Flor. 
Suole alle volte avvenire, che la magni- 
ficenza, e l’eleganza dell’ esteriorità degli 
edifizj Sacri non corrisponde poi nel suo 
rotale. Ma noi dir non possiamo cosi della 
nostra Basilica, mentre in tutte le parti noi la 
consideriamo è magnifica, elegante, e mae- 
stosa a tal segno, che è stata per questo motivo 
supposta opera di un Imperatore, e non già di 
un 
(1) Sembra, che il Vasari si contradica, poichè 
in altro luogo, cioè nella Vita di Andrea Tafi 
egli dice , che ,, si deviò assai dalla buona ar¬ 
chitettura, quando si rifece di marmo la faccia¬ 
ta della Chiesa di S. Miniato al Monte. ,
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer