Full text: Dalla Porta S. Niccolò fino alla Pieve di S. Piero a Ripoli (5)

certam, induciarum occasionibus postpositis, 
ordinationi cepi insistere precogitati operis. 
Incohato igitur diu desiderato opere pretio¬ 
sissimas gemmas auditu tantum antea ex 
parte cognitas plenius quam audieramus vi¬ 
sibiliter in prefata conditas Ecclesia, non 
tam, ut decuit, invenimus, Corpus videlicet 
Venerabile B. Miniatis Martyris, plurimo¬ 
rumque eadem martyrii palma coronatorum 
unde nostrum magis, ac magis accendeba- 
tur desiderium. Confessionem vero consti¬ 
tuentes, sacratissimumque Reliquiarum the- 
saurum elevantes, iuxta nostre qualita- 
tem possibilitatis, et reverentiam recondi- 
mus, et quomodo ibidem Deo servientes vi- 
vere potuissent, ordinavimus ec. Passa quin- 
di il Vescovo a rammentare le larghe do¬ 
nazioni, che le fa, che per esser molte, e per 
essere state tante volte ripetute, e dal Lami 
e dal Manni, e da altri, volentieri le ometto. 
Da ciò adunque evidentemente risulta, quanto 
s'inganni il Varchi, il quale nella sua Isto- 
ria Fior. pag. 512. asserisce essere stata e¬ 
dificata questa Basilica dalla Contessa Ma- 
tilde, siccome altri Scrittori, che il tutto 
attribuiscono al S. Imperatore Enrico. Dice 
a questo proposito il Borghini T. 2. pag. 
426. ediz. di Fir. del 1755. „ ne corse un 
tempo la fama, la quale creduta dal nostro 
Villani, e dalla sua autorità aiutata appres- 
so i Posteri, regna ancora, che l'Imperato- 
re
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer