Full text: Dalla Porta Romana fino alla Certosa (2)

92 
sofferenza facessi io abuso, sembrerebbe, che 
mi fosse ignoto quel, che io so molto bene, 
cioè 
Che il perder tempo a chi più sa, più spiace 
LETTERA NONA 
Ccennata la fondazione dell'antico, ed 
insigne Monastero di S Gaggio, e suoi 
Fondatori, è tempo omai di far vedere il pre 
gio della Chiesa, la quale è stata più volte 
risarcita, ed abbellita ultimamente con stuc 
chi da Gio. Batista Ciceri. Entrati in Chiesa 
si fa d'avanti un bellissimo, e ricchissimo De- 
posito con Iscriz. sotto il Num. XXX, e XXXI. 
scolpito in marmo da Gherardo Silvani, in 
cui giace Bartolommeo Corsini, Conte Palati¬ 
no, Signore di Sismano, Casigliano, Civitel 
la ec. Figlio del Conte Bernardo del Conte Fi¬ 
lippo. Nacque egli agli 8. di Marzo del 1545 
e mori ai 22. Gennaio del 1612. Non confon¬ 
dasi, come alcuno ha fatto, coll'altro cele 
bre Bartolommeo Corsini, Figlio di Fran- 
cesco di Antonio Corsini da Barberino di 
Mugello, Cittadino Fiorentino, nato ai 18. 
Giugno 1606. autore del Poema Eroicogio- 
coso, intitolato il Torracchione , diviso in XIX. 
Canti. Avanti l’Altare sotto il Coro, in cui 
viè una Tavola antichissima, chiamata dagli 
An¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer