Full text: Dalla Porta Romana fino alla Certosa (2)

chi (1). „ o perchè conduce a Prato, o piut¬ 
tosto da un larghissimo Prato, che ha di¬ 
nanzi a se dalla parte di dentro, nel quale 
si esercita la gioventù Fiorentina a saltare, 
e giuocare alla Palla al Calcio. „ Sul qual 
giuoco Gio. Batista dell'Ottonajo Araldo della 
Signoria di Firenze compose un Canto Car- 
nascialesco, che principia: 
Al Prato, al Calcio, sù Giovani assai 
Or che le palle balzan più, che mai 
Non è giuoco più ricco, e bel di questo. 
E l'istesso Canto cosi termina : 
Doman saremo al Prato 
Colle trombe, col zucca, e colle palle, 
E tante, e tante palle, 
Che non son per mancar le palle mai .(2) 
Quan¬ 
(1) Lib. ix. Stor. Fior. 
(2) II Calcio era un giuoco particolare dei Fioren¬ 
tini in forma di sollazzevol battaglia. Dentro 
all’ampio steccato s’incontiavano due contrarie 
Schiere distinte con divise di diverso colore, 
Fiero, e lungo si era il contrasto di amendue le 
fazioni per guadagnar terreno, e per ispingere 
avanti un Pallone, che con forza non meno, che 
con arte, malgrado la resistenza di una delle 
parti, fatto passare di là dal Padiglione degli 
avversarj ben due volte, faceva guadagnare la 
vittoria. Non v'intervenivano per Attori, che 
i Nobili, e chi non lo era, ammessovi per gra¬ 
zia, diveniva, come iniziato alla nobiltà, e ne 
saliva il primo gradino. Di questo givoco, che 
dai
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer