Full text: Lib. IV (4)

LIBRO IV. 
48 
tili, e queste abbiano l'altezza eguale alle colon¬ 
ne della facciata: ma le loro grossezze si dimi¬ 
nuiscano con la seguente regola : se la grossezza 
di quelle, che stanno in fronte, sarà un' ottava par¬ 
te, queste si facciano di un decimo ; e se quelle 
saranno di un nono o di un decimo, si facciano 
secondo la rata porzione (1). 
40. Perchè di quelle che sono nell'aria chiu¬ 
sa (2) non si distingueranno le diminuzioni: che se 
poi apparissero troppo sottili, posto che nell' esterio¬ 
ri vi sieno ventiquattro strie (3), in queste se ne 
faccian ventotto, oppur trentadue: e cosi ciò che 
(1) Dice lo Stratico che non trovandosi fra gli antichi 
monumenti alcun jonico, il quale sorpassi in altezza i nove 
diametri, comprendendo base e capitello, ed invece i corin¬ 
tj giungendo fino ai dieci, si vede che Vitruvio assegna le 
proporzioni anche per le varie maniere di costruzione. 
(2) Noi già dicemmo nel Lib. III. cap. 2., che quanto mi¬ 
nore è il grado d'illuminazione, tanto più esili appariscono 
gli oggetti; quindi accadde tutto il contrario di quello che 
qui dice Vitruvio, quando si voglia attribuirlo ad effetto ot¬ 
tico. Ma Vitruvio stesso conosce che questo effetto ha luogo 
più pei principj della teoria, ch'egli aveva, di quello che in 
fatto; perciocchè soggiungendo che si dovrà aumentare il 
numero delle strie, quando apparissero più sottili, mostra che 
da quella variazione non può in pratica accadere un tale 
giudizio da far che le colonne in realtà di minore diametro 
apparissero eguali a quelle che lo hanno maggiore. Ma non 
possiamo a meno di ripetere che le scienze debbono prest ar 
sussidio alle arti soltanto fino ad un certo punto, e che le 
modificazioni risguardanti la bellezza devono dipendere dal 
gusto dell'artista, essendo impossibile di sottoporle all' esat¬ 
tezza del calcolo. 
(5) Riguardo alla scannellatura delle colonne, che rimon¬ 
ta ad un epoca antichissima, essendo state cosi costrutte an¬ 
che quelle del tempio di Salomone, come si ha dal L. III. 
dei Re C. 7, si vegga la Giunta III. al Lib. III.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer