Full text: Vitruvius: M. L. Vitrvuio Pollione De architectura

# carta, e altre ſimile coſe, come vulgarmente ſi di # ce pedane, & {υρ}α{φι}α, cioe pictura, deſignatiõe, de # ſcriptione, o vero ſculptura. Vnde Ichnographía # che vol dire vna modulata deſignatione ſuperfi # ciale, come e a dire circigatura facta con il circi- # no, e regula per indicare la coſa che ſe ha a fare. # 4 Ictinus: queſto ſi e vno nome pprio di architecto. # 69

65. I ante D E. & L

Ι{δι}ε{αι}: Idea, queſto vocabulo vene da {Ει}{δι}ος, che ſi- # gnifica ſpecie, forma, o vero quello medemo, # dal quale ſi dice idolo, o ſimulachro. Vnde Idea # anchora ſignifica vno aſpicere, o vero vedere cõ # ſimile, come in vno ſpeculo, o vero in vno exem # plare de la coſa che ſe intende affigurare, o vero # operare. # 4 Iecinore: queſte ſono dicte le interiore de iecore, o # vero epate, quale ſi dice vulgarmente il figato, da # cui ſi incende le amoroſe ſorze. Alcuni hãno di- # cto Iecinore eſſere quella ſocieta di membri, cioe # il pulmone, il core, la ſplene & il figato, quali tut- # ti ſono dicti exti cõligati naturalmẽte, da li quali # pulmone, e core procedano li ſpiriti vitali. # 6 Ilienſi: cioe li citadini di Ilion Cita regia del Re Pria # mo, e de li altri Re Troiani da Ilo in qua, il qua- # le fu conditore de dicta Cita. # 79

66. I ante M

Imbecille: cioe ſenza ſubſtantia, o vero poſſanza. # 65 Imbri: cioe pluuie per che imber ſi dice da ομΒρος # ch [?] ſignifica pluuia, e po anchora ſignificare ogni # aquatico humore. # 13 Imbricati: q̃fti ſono quelle muraglie quale ſono fa- # cte de piere tonde, e poi per ogni quattro, o vero # cinque corſi de quelle piere, ſe li fa vno corſo, o # dui de quadrelli, come ſe fa in molte ville, & ſo- # no anchora dicte incerti, ꝑche nõ iaceno bene. # 16 Impagine: queſto ſono proprio le regule larghe, vul # garmente dicte orli larghi, e maximamente tranſ # uerſarii, ſi come ſi fichano con li chiodi in le ta- # uole, o vero aſſe dricte in pede. # 40 Impluuio: cioe vno loco ſenza tecto, onde poſſi la- # qua per la pioza piouere in le caſe, o vero rícolta # inſieme da li tecti andare in quello loco, come ſo # no le corte in le caſe. # 63

67. I ante N

In Antis: queſto vocabulo greco ſi ha molte ſigni- # ficatione, ma in queſta parte ſi e come a dire prin # cipali pilaſtri, overo cõtraforti, come exponeno # li vocabuliſti. Antis deriua da αντιςοφος. ο. Η # che ſigniſica ſimile contrario equiualente. # 23 Includeno: cioe ſi metteno dentro. # 95 Indico: cioe quello colore, quale fano li tinctori per # tingere li panni, e ſete, e corami in azuro, o turchi # no, o vero celeſte, o vero morello, o in bruna, q̃- # ſto colore ſi fa dil herba chiamata da li Italianí # gualdo. # 74 Indo: queſto e vno fiume grande il quale e in India, # dil quale ſcriue Ptolemeo. # 77 Infecta: inficere ſi e maculare, colorare, o vero mi- # ſchiare vno colore con laltro. E pero ſi dice larte # de li Infectori, per che con eſſi colorati liquori ſi # cõmiſchiano varie coſe. # 75 Infundibulo: queſto e quello vaſe ſopra le mole, nel # quale ſta il grano, & ſe infunde ne la mola a po- # cho a pocho. # 101 Inſule: cioe vicinantie, o vero contrate circuite da # tre o quattro vie, ſi come ſono proprio le inſule # di qualche ſiume, o vero mare facte naturalmen- # te. Vnde inſula dicta in ſalo, vel ſolido circũdato # da laqua. # 8.10 Inteſtina opera, cioe de opera coctilia, o vero quaſi # come la ſignina, che ſi dice aſtrico, formata di # terra, o vero di ſtuco, ſi dice vulgarmente quella # cõpoſitione facta de calce, e chiaro di ouo, o ve- # ro con altre colle e tomento. # 38.47.66 Intercapedine: cioe quello ſpacio di tempo che ſe fa # intra vna coſa e vna altra, ſi come ſi fa quando ſi # recita alcuna comedia, o vero repreſentatione il # tempo che ſe interpone tra luno acto e laltro ſi di # ce intercapedine, cioe ſpacio di tempo. # 45 Interpellare: cioe interrũpere, o vero impedire. # 81 Interpenſiui: queſti ſi dicono quelli trabi picoli, ove # ro trabelli, in li quali ſi interponeno li aſſeri, qua- # li ſi dicono li zambini, o vero babuini, e queſti # per eſſa interpoſitione e ſuſpenſione ſono chia- # mati interpenſiui. # 59 Interſcalmio: Scalmo ſi dice quello orlo di la naue. # Anchora alcuni dicono quella aſſicula excauata, # doue entro eſſi ſcalmi ſi metteno li remi quando # ſi nauiga con alcune ſorte di naue. # 5 Inuentori del texere: lí primi furono li Egiptii, ſi co- # me ſcriue Plinio. # 95

68. I ante O

Ionici epíſtilii: cioe facti come faceuano certi popu # li coſi dicti, per che a vno modo edificauano q̃l- # li, a vno altro modo li Dorici a vno altro li Co- # rinthii. # 5 Ioppe: queſta, ſecondo che ſcriue Plinio, ſi e vna de # le antiquiſſime Cita de tutto il mondo edificata # fin auante che veneſſe il diluuio. # 78 Ioue ſtatorio: coſi dicto per che el fece con vna cer- # ta viſione ſtare fermo, e conſtante lo exercito Ro # mano contra vno tradimento che ſece li Sabini, # ſi come ſcriue Liuio. # 24

69. I ante S

Iſide: queſta dice Diodoro Siculo eſſere dicta quella # medema che la Luna. Queſta Iſide ſi dice eſſere # ſtata la prima inuentrice de le legge, e di molte al # tre coſe digne di memorie appreſſo li Egiptii. # 12 Iſthmii: queſti erano giochi, quali Theſeo li inſtitui # in Iſthmo Cita. # 83 Iſodomum: queſto vocabulo greco vene da ι{οο}ς, # che ſignifica equale, & ογ{μι}ος, che ſignifica ordi- # ne di ſulci, o vero di altre coſe cõſimile che hãno # rectitudine paralellitice. # 17

70. I ante T. & V

Item: cioe ſimilmente, o vero anchora. # 71
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer