Full text: Cavalieri, Bonaventura: Lo specchio ustorio overo trattato delle settioni coniche, et alcuni loro mirabili effetti intorno al lume, caldo, freddo, suono, e moto ancora

do di diſſegnarli ne i piani, non ſolo orizonta-
li, ma anco verticali, o inchinati in qualſiuo-
glia maniera, più che nelle altre ſuperficie. E perche nella diſſegnatione di queſti Horo-
logij vid dero, che l’eſtremità delle linee hora-
rie o foſſero dall’occaſo, o dall’orto del Sole,
o dal mezo dì, o meza notte computate, anda-
uano tutze à terminare in due linee curue, che
haueuano le ſue conueſſità cõtrapoſte, riſpon-
denti alli due Tropici in Cielo, che ſi mutaua-
no ſecondo la varia ſituatione de’piani, ne’
quali ſi deſcriueua l’Horologio, hebbero mo-
tiuo, che queſte linee curue poteuano cadere
ſotto regola, e che non naſceuano da altro,
che dall’interſegatione del piano dell’Horolo-
gio con le ſuperficie de’duoi Coni cõtrapoſti,
che hanno per cima commune il centro del
mondo, e per baſe i Tropici, cioè, che nõ era-
no altro, che Settioni del Cono, chiamate poi
Iperbole contra poſte (quali ſaranno fra poco
dichiarate che coſa ſiano) perciò queſta fù la
cauſa primaria, e potiſſima, per la quale i Geo-
metri ſi aſſottigliorno nel cõſiderare in quan-
ti modi vn piano potea ſegare duoi Coni, oue-
ro vn ſolo, ſi che le communi Settioni del pia-

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer